Provincia di Salerno

Il Presidente Strianese sulla manovra. Province: i territori sono stati abbandonati

Provincia di Salerno
Accedi alla Web Mail Seguici sulla nostra pagina facebook Entra nel nostro canale YouTube Seguici tramite feed RSS Seguici su google plus
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Archivio Notizie
Home Page » Archivi » Archivio Notizie » Il Presidente Strianese sulla manovra. Province: i territori sono stati abbandonati
Icona menu
Il Presidente Strianese sulla manovra. Province: i territori sono stati abbandonati
mer 05 dic, 2018
Foto Presidente Strianese 1

Il Presidente della Provincia Michele Strianese si unisce alla delusione e preoccupazione espresse dall’UPI, nella persona del suo Presidente, Achille Variati, in merito al testo della Legge di Bilancio approvato dalla Commissione Bilancio dalla Camera dei Deputati.

“Il governo del cambiamento finora ha visto solo un cambiamento in peggio, un governo che sa vendere solo chiacchiere e illusioni. I territori sono stati completamente abbandonati, nessuno si è fatto carico della grave situazione di emergenza in cui versano. Anzi, il testo approvato dalla Commissione Bilancio peggiora il disegno di legge approvato dal Consiglio dei Ministri. Ho appena iniziato il mio mandato e da subito mi sono preoccupato di reperire fondi per la messa in sicurezza di strade e scuole, temi che considero prioritari, e per fortuna la Regione Campania mi è molto vicina in questo. Sono ingegnere e quindi particolarmente sensibile ai problemi strutturali di ponti, gallerie, strade, edifici scolastici. È incredibile come governo e deputati, che nella manovra stanziano quasi 7 miliardi per la messa in sicurezza del patrimonio pubblico, abbiano deciso di escludere da questi investimenti i 30 mila ponti e gallerie, gli oltre 130 mila chilometri di strade provinciali e le 5.100 scuole superiori. Abbandonando il territorio, le comunità e i 2 milioni 500 mila studenti che continueranno a frequentare scuole insicure. La cosa più grave è che invece sono state trovate le risorse per rendere sicure solo le opere del bacino del Po. Il resto del Paese è abbandonato, forse oltre la pianura padana nessuna opera risulta loro a rischio? Le bugie di questo governo gialloverde sono intollerabili"


E aggiunge il Presidente Strianese: "Faccio mie le parole di Achille Variati, Presidente dell’UPI, per chiedere al Governo, a partire dai Viceministri Castelli e Garavaglia, un incontro urgente per chiarire questi nodi e trovare immediate soluzioni in vista del passaggio della Legge di bilancio in Senato”

 

Condividi questo contenuto

Notizie e Comunicati correlati

provincia
14-12-2018
“La Regione Campania guidata dal Presidente on. VINCENZO ....
palazzo S.A.
13-12-2018
Domani 14 dicembre, alle ore 10,00 presso la sala Torre di Palazzo ....
lavori corbara
12-12-2018
Con proprio decreto n. 153 del 12 dicembre 2018, il Presidente ....
fondovalle calore
11-12-2018
Proseguono i lavori sulla Fondovalle del Calore Salernitano  ....

Eventi correlati

Data: 04-03-2014
Sarà presentato domani 4 marzo, alle ore 11 presso il Salone Bottiglieri di Palazzo Sant'Agostino, il progetto MEPROCS (new methodologies and protocols of forensic identification by craniofacial superimposition),
Data: 03-03-2014
Lunedì 3 marzo, alle ore 10.30 presso la Sala Giunta di Palazzo Sant'Agostino, il presidente della Provincia di Salerno Antonio Iannone terrà una conferenza stampa per presentare il nuovo sito istituzionale dell'Ente e la sezione della trasp
- Inizio della pagina -

Il Portale della Provincia di Salerno è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione ePORTAL

Responsabile del Procedimento di Pubblicazione - Privacy - Note Legali - Posta Elettronica Certificata - Webmail

Provincia di Salerno - Via Roma, 104 - Salerno (SA), 84121 - Centralino 089 614111  -  Fax 089 2022099 - Partita Iva: 80000390650

Il progetto Provincia di Salerno è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it