Provincia di Salerno

"Poesì". Incontri culturali dedicati alla lettura critica della "Commedia di Dante". Domenica 3 giugno alle ore 11.00

Provincia di Salerno
Accedi alla Web Mail Seguici sulla nostra pagina facebook Entra nel nostro canale YouTube Seguici tramite feed RSS Seguici su google plus
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Eventi del giorno
Home Page » Archivi » Eventi in agenda » Eventi del giorno » "Poesì". Incontri culturali dedicati alla lettura critica della "Commedia di Dante". Domenica 3 giugno alle ore 11.00
Icona menu
"Poesì". Incontri culturali dedicati alla lettura critica della "Commedia di Dante". Domenica 3 giugno alle ore 11.00
Luogo: Museo Archeologico Provinciale di Salerno
Evento dal 05-04-2018
al 03-06-2018

L’amore e la libertà al Museo Archeologico

Il canto XVIII del “Purgatorio” è come un fiume nel quale si riversi un rigoglioso affluente, vi si parla della libertà dell’uomo e dell’amore. Due temi importantissimi che, senza confondersi, si arricchiscono vicendevolmente, quello del libero arbitrio (il giudizio e la scelta delle proprie azioni) e l’altro, l'amore che nessuna forma vivente - nemmeno le stesse piante, lo dice Dante nel "Convivio" - può evitare. Domenica mattina 3 giugno, come sempre alle 11, nella sala del Museo Archeologico Provinciale, per la Fondazione di Poesia e Storia che dirige, Rino Mele terrà una lettura critica di questo straordinario canto. L'inizio delinea il rapporto tra padre e figlio, tra maestro e discepolo, tra Virgilio e Dante: "Però ti prego, dolce padre caro, / che mi dimostri amore, a cui reduci / ogni buono operare e il suo contrario". Dante gli chiede di parlargli, seguendo una dimostrazione razionale, del grande tema dell'amore (che già occupa parte del canto precedente). E Virgilio pensosamente parla, ma è Dante che discute con se stesso, seguendo tracce della filosofia scolastica, e di san Tommaso in particolare: "Così l'animo preso entra in disire / ch'è moto spiritale". Un dialogo - questo tra i due poeti - d'inarrivabile luce. Sullo sfondo s’ingrandisce l’enigma dell’uomo stretto tra natura e ragione. La suggestiva scelta della Fondazione di Poesia e Storia Exmachina di leggere, senza alcun stacco, tutta la “Commedia” di Dante ha in questo canto XVIII del “Purgatorio” uno dei momenti più alti di quel luminoso cammino tra le ombre.
 


Condividi questo contenuto

In questa pagina

  • Eventi del giorno
- Inizio della pagina -

Il Portale della Provincia di Salerno è un progetto realizzato da Internet Soluzioni S.r.l. con la piattaforma ISWEB ® - Content Management Framework

Responsabile del Procedimento di Pubblicazione - Privacy - Note Legali - Posta Elettronica Certificata - Webmail

Provincia di Salerno - Via Roma, 104 - Salerno (SA), 84121 - Centralino 089 614111  -  Fax 089 2022099 - Partita Iva: 80000390650

Il progetto Provincia di Salerno è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it